L’ULTIMO TRUCCO DELL’ANNO!!!

Come bene sappiamo domani  è la grande serata; serata dove tutti noi salutiamo l’anno corrente per dare il benvenuto a quello nuovo.

Per questa grande  giornata dove i festeggiamenti cominciano la sera del 31 e si protraggono fino alle prime luci dell’alba, i nostri preparativi hanno inizio dal primo pomeriggio, ma  per essere al top,  oltre che al vestito e ad una perfetta acconciatura, non dobbiamo dimenticarci un make up che resista per tutta la notte.

Per avere un trucco impeccabile e a lunga durata, dobbiamo cominciare da una buona base trucco, quindi il primer adatto per la propria pelle.

Successivamente al primer, si deve utilizzare un fondotinta a lunga durata da applicare con le dita o con un pennello apposito come questo:

E per rendere il tutto più duraturo fissare la base con la cipria, infatti è un ottima alleata per far durare a lungo il nostro make up.

Per quanto riguarda  gli occhi, io vi consiglio un trucco molto intenso, quindi usare anche in questo caso un primer per dare uniformità , fissare bene gli ombretti, e se si ha una palpebra un po oleosa fissare il trucco  con un sottile velo di cipria trasparente.

Sottolineare ed accentuare lo sguardo con la matita occhi, o ancor meglio con un eyeliner in gel  della stessa tonalità dell’ombretto utilizzato.

Per far durare a lungo anche il trucco sulle labbra, evitate i rossetti glossy troppo morbidi, meglio optare su rossetti matte ,

e per evitare eventuali sbavature applicare un lip satin.

Abbinare il tutto ad un abito semplice, malizioso, e con una piccola particolarità, questo è quello per me:

Abito bianco di Tally weijl a 39,95 € .

Io infatti non punterei sul classico rosso, ma sul bianco, forse perchè  fa un po parte delle mie origini brasiliane.

Infatti usanza brasiliana vuole che in questa nottata tutti si vestano di bianco come simbolo di buon auspicio  e in segno di pace e armonia, accompagnata all’altra tradizione che vuole che tutte le persone che si trovano  in riva al mare saltino le prime sette onde del nuovo anno per poi gettare un fiore bianco  per rendere omaggio a “yemanjà”  divinità vestita di bianco che protegge i mari e i bambini.

Riepilogando… un bel abito semplice, un knotter e un trucco impeccabile……… BENVENUTO 2012!!!!

Annunci

PER CAPODANNO…….FATTI UN KNOTTER!

Che cos’è il Knotter??????

E’ lo chignon spettinato o tirato e annodato sulla testa, sfoggiato ultimamente dalle star come Jessica Alba e Olivia Wilde

Il knotter è un acconciatura adatta a tutte, a parte chi ha le orecchie a dumbo o chi ha nasi troppo pronunciati, addolcisce il viso e lo sguardo e risalta il make up.

Però si deve fare attenzione ai dettagli, quindi usare ombretti dalle tonalità scure,  non dimenticare il mascara e il fard per risaltare gli zigomi e lasciare le labbra naturali ma usando un sottile velo di lipgloss rosa.

Come creare il tuo Knotter in maniera semplice e in poche mosse????

Ecco il turcco……la ciambella!!!

E’ semplice e veloce da usare, e basta una piccola variante per rendere l’acconciatura ideale sia da giorno che da sera.

Come usare la ciambella:

Fai una coda alta , poi spazzola  bene i capelli e se occorre usare un olio districante; poi avvolgi i capelli intorno alla ciambella una ciocca alla volta e nascondila sotto per dare un tondo perfetto.

Per rendere il tutto più ordinato arrotola i capelli che escono dal ciuffo e bloccalo con le forcine , spray fissativo, e sei pronta!!!

Ecco qui uno video tutorial……

http://www.youtube.com/watch?v=u1sdRx_hP08

http://www.youtube.com/watch?v=Ubf9a4sLKhg&feature=fvsr

Con questa “ciambella” possiamo giocare con la fantasia, sfoggiando i vari tipi di chignon:

lo chignon da ballerina quindi legandoli bassi quasi all’attaccatura della nuca, adatto a chi ha il viso regolare e sfilato e va bene sia con abbigliamento da sera che con quello casual

lo chignon disordinato per rendere l’acconciatura naturale e sbarazzina, i capelli vengono raccolti al centro della testa lasciando fuori qualche ciocca  per dare la sensazione di aver improvviasato.

E non dimentichiamoci, come ha fatto Sarah Jessica Parker, di ornare il nostro chignon dipendendo dall’occasione per cui lo stiamo sfoggiando.

E’ la moda del momento, al posto dei soliti cerchietti e e dei classici fermagli al via spille, gioielli e bijoux.

E quindi…….. Buon Knotter a tutte !!!!!!!

IMMANCABILMENTE PINK!

Ecco uno, anzi il mio profumo preferito di cui non posso farne proprio a meno, infatti non manca mai.

Ed il mio personale Babbo Natale che conosce alla perfezione i miei gusti me l’ha fatto trovare sotto l’albero, impacchettato come fosse una caramella 🙂

E si, proprio come una caramella, proprio quello che ci fa ricordare questo goloso profumo.

Infatti è una fragranza delicatamente zuccherata che fa ricordare il mondo dolce e soffice dello zucchero filato.

Rievoca l’infanzia, dove ogni bambino veniva conquistato da quei profumi di dolci e caramelle, ma allo stesso tempo riporta al presente dando un pizzico di maliziosa femminilità.

Pink Sugar una fragranza con note di zucchero filato unite al lampone e accompagnate da note agrumate di bergamotto e arancia di sicilia, si fonde con la golosa vaniglia e il dolcissimo caramello.

Praticamente tutte da mangiare!!!!!

Ed ecco poi che è arrivato anche lui, sempre dal mio personale Babbo Natale….

Pink sugar sensual ha completato la mia collezione……cosi per quest’anno sono  a posto 🙂

Già la sua confezione circondata di pizzo nero è una promessa per un profumo che è sicuramente sofisticato ed altamente seducente.

La linea pink sugar sensual ha una nota meno maliziosa ma sicuramente più adulta.

E’ un infusione del luminoso mandarino e del bergamotto, impreziosito dal sensuale gelsomino, da un solare fiore d’arancio  e dal luminoso ed esotico tiarè.

Quindi che io mi svegli più bambina o più donna non avrò dubbi sulla scelta!!! 🙂

E proprio per rimanere in tema di quello che ho trovato sotto l’albero, non potevo tralasciare quello che i miei elfetti mi hanno impacchettato per benino…..

eccolo…..

Il cofanetto della vanity collection nelle tonalità del marrone 🙂

…..E come si dice…..

…. chi ti ama ti pupa……e loro a quanto pare mi amano!!!!!

BUON NATALE A TUTTI!!!!!

UN PO’ DI VITA REALE!!!!

Ciao a tutti, eccoci rientrati dalle abbuffate natalizie e dalle gioiose serate in famiglia.

Oggi mi ritrovo qui per affrontare un argomento per me molto serio, uscendo sicuramente fuori da quel che tratta il mio blog, quindi,niente moda, niente tacchi a spillo make up o quant’altro, ma solo una chicca della mia esperienza assolutamente non piacevole accaduta a pochi giorni dalla vigilia di Natale, perchè voglio rendere partecipi tutti voi????

Solo per farvi riflettere quanto a volte la persona sbagliata nel posto giusto possa essere pericolosa, e magari per evitare che qualcun altro possa imbattersi in questa.

Inizio……..

A pochi giorni dalla vigilia di Natale, precisamente giorno 21 dicembre, mio figlio di soli 4 anni ha cominciato ad avere dei disturbi, tra i quali vomito e dissenteria, dopo averli dato le cure a e possibili, aver cercato di contattare invano la sua pediatra mi sono decisa di portarlo al pronto soccorso pediatrico V. Cervello di Palermo.

Sono arrivata alle ore 15:00 , mi hanno immediatamente chiamata per prendere la prenotazione, ma l’infermiere viste le condizioni di mio figlio ha dato il codice giallo e l’ha fatto passare immediatamente alla visita con la dottoressa perchè vedeva il bambino troppo sofferente.

Messo il bambino davanti alla dottoressa senza nemmeno volerlo visitare ha sostenuto che il suo malore dipendeva dalla gola arrossata, per insistenza di mio marito che sosteneva che non poteva essere cosi si è decisa semplicemente a farli un esame delle urine, esame che ha dato il risultato di “ACETONE ++++” , e nonostante quest’esito mi hanno fatto riportare il bambino a casa, dicendo di farli bere acqua e zucchero, coca cola, dandomi un antibiotico, e le peridon (medicinale per il vomito)

Ovviamente a noi sembrava strano, ma non nascondo che eravamo sollevati da questo; era la prima volta  che avevamo a che fare con l’acetone quindi non sapevamo bene di cosa si trattasse, e poi se non ti fidi dei medici, specialmente quelli che hanno a che fare con i bambini che fai?????

Tornati a casa, vediamo che la situazione è sempre la stessa, fino a quando ci rendiamo conto che il bambino non riconosceva più nessuno di noi, era in braccio a suo padre e allo stesso tempo lo cercava, si è avvicinato a me pensando che io fossi una bottiglietta d’acqua provando a bere dal mio naso…….di nuovo, di corsa al pronto soccorso, ovviamente non nello stesso ma all’Ospedale dei Bambini sempre di Palermo.

Abbiamo aspettato un pochino, non molto dalla confusione che c’era, ma viste le condizioni del bambino ci hanno fatto entrare subito, febbre a 40, totalmente disidratato, privo di sensi, in condizioni gravi; infatti la prima dottoressa che l’ha visitato è rimasta senza parole quando gli è stato detto che poche ore prima il bambino era stato visitato in un altro pronto soccorso.

Immediatamente ricoverato, è stato per 3 giorni consecutivi con la flebo;vedevo ogni giorno altri bambini ricoverati in condizioni ottime rispetto al suo, in ogni caso è stato amorevolmente curato da ogni medico che lo visitava ora fortunatamente sta bene, è tornato a casa.

Lo spavento è stato veramente grande; ma dopo la tempesta vengono tante domande, io non sono medico, ma penso che chi fa questa scelta, o almeno pensavo, che chi facesse questa scelta fosse per una sorta di vocazione, di infinito amore verso il prossimo, quindi immaginate verso i bambini……come si può trascurare, sottovalutare e addirittura ignorare un paziente ancora di più un bambino……e quindi pongo la domanda alla dottoressa se tale si può definire “E’ SICURA DI AVER SCELTO LA STRADA GIUSTA?” oltretutto non essendo l’unica persona che ha avuto questo problema con la stessa persona.

Chiunque voglia sapere il nome di questa persona per tutelarsi puo contattarmi privatamente.

Passata la tormenta, anche se in ritardo spero a tutti voi di aver passato un Felice Natale…….

IL MIO BIANCO NATALE

Come ogni Natale, anche in questo mi sono dedicata all’addobbo dell’albero.

Per molti anni consecutivi l’ho sempre fatto allo stesso modo, luci multicolor, palline di tutti i colori, la stella che si accende……quest’anno ho voluto cambiare, ho voluto rendere il nostro natale veramente un……Bianco Natale……che ne dite?????? 🙂

E come l’albero, è mia tradizione da ben 4 anni in questo periodo realizzare la casa di pan di zenzero…….ecco la mia creazione…….

questo è dopo aver fatto l’impasto e averlo fatto riposare una notte in frigorifero…..si infornano le varie parti e si attaccano con la glassa

…… E questa è la casetta finita e decorata 🙂

Curiosi di sapere che fine farà……….allora a dopo natale!!!!!