LA LEGGENDA DEL FILO ROSSO

Oggi parliamo di destino…

Spesso abbiamo sentito dire che il destino di ogni singola persona sia già scritto, segnato, giocando con le parole possiamo dire, destinato.

Ho sempre pensato, sono sempre stata sicura, certa che invece il nostro destino, il destino di ogni singola persona fosse il frutto delle proprie scelte, azioni, e del Karma, sempre lì pronto a “regolare” i conti, nel bene o nel male.

E proprio parlando di destino, che qualche settimana fa, mi sono imbattuta nella lettura della “leggenda del filo rosso”.

Non vi nascondo che per me era qualcosa di nuovo, mai letto, e vi assicuro che se mi fossi apprestata a leggerla mesi fa, l’avrei semplicemente trovata una bellissima leggenda, romantica ma inverosimile, impossibile, qualcosa di molto fantasioso.

Ma il susseguirsi di eventi, sorprese e riscoperte, mi hanno portata oggi a pensare, direi proprio credere, che invece questa leggenda ha davvero qualcosa di sensato, reale.

La leggenda del filo rosso parla proprio del destino, di quel destino segnato, di quel destino che a nostra insaputa e sorprendentemente ci aspetta dietro l’angolo.

Secondo la leggenda, ogni singola persona porta con sé, fin dalla nascita, un’invisibile filo rosso legato al mignolo della mano sinistra, che lo lega alla propria anima gemella.

Un filo si dice, indistruttibile.

Le due persone legate da questo filo, sono destinate prima o poi ad incontrarsi e sposarsi.

Ma come sempre accade, non tutto è semplice come sembra, neanche le leggende.

Essendo questo un filo molto lungo, con il tempo si intreccia, si aggroviglia, le due anime sono quasi costrette prima a perdersi, prendere strade che li porterà sempre più distanti, rendendo il loro incontro difficoltoso, quasi impossibile.

Ma tutti i nodi prima o poi sono destinati a sciogliersi, ed ogni qual volta un groviglio sarà districato, le due anime si avvicineranno sempre di più, fino ad incontrarsi, o perché no, rincontrarsi.

Perché si, magari l’altro capo del filo possiamo averlo già incontrato nel corso della nostra vita, magari quando ancora non era il momento giusto.

E proprio quest’ultima è la leggenda del mio “mio filo rosso”.

Sono fermamente convinta di aver ritrovato a distanza di tanti anni, l’altro capo del filo che avevo perso, e non perché fossimo sbagliati, ma semplicemente perché non era il nostro momento, il nostro filo non si era ancora aggrovigliato.

Tanti intrecci, tanti nodi si sono venuti a creare con il tempo nel nostro invisibile filo rosso, ogni nodo racchiudeva un piccolo frammento della nostra singola vita a noi sconosciuta.

Piccoli e grandi capitoli che hanno segnato il nostro percorso, grovigli più semplici da districare, altri più grandi e complessi da sciogliere, ma tutti indispensabili, perché sono il risultato di quello che siamo oggi.

Penso che quando questi nodi hanno iniziato a sciogliersi neanche ce ne siamo resi conto, credo semplicemente che un giorno, all’improvviso, il nostro filo si sia completamente sciolto, districato, e che era semplicemente arrivato il momento giusto.

Non ho mai creduto nelle leggende e ancor meno nei lieto fine, o forse sono sempre stata convinta che non erano cose che potevano accadere a me, ma solo agli altri.

Oggi, forse, sono arrivata alla conclusione che non era ancora il mio momento.

Ora però, anche se quel filo rosso in realtà è invisibile, io riesco a vedere perfettamente a chi è legato.
Kiss Kissridimensionata fashioniamoci

5 pensieri su “LA LEGGENDA DEL FILO ROSSO

  1. Ogni storia inizia e finisce. Questa idea di un’anima gemella che duri con noi per sempre è un’illusione che ci porta spesso a cercare nell’altro qualcosa di speciale che poi in realtà abbiamo noi stesse. Io sto con mio marito da 16 anni e destino o no una relazione si costruisce col tempo e con la pazienza. Credo nel karma e ho frequentato gli Hare Krishna di Londra e la pace del loro tempio che mi ha donato tanta serenità e mi ha aiutata nei momenti di solitudine. Ma poi la strada la dobbiamo tracciare noi passo dopo passo fino a liberarci da molte idee che ci condizionano la vita. Così da diventare più autonome e felici.

    • Si, sono in linea con il tuo pensiero di tempo e pazienza, ma credo anche che la vita sia imprevedibile, capace di sorprenderti quando pensi che nulla possa più farlo. Io sono stata sorpresa, e mi piace pensare che questa leggenda possa essere proprio il suo “filo” conduttore. Mai smettere di sognare o perché no, fantasticare 😘

      • Sì io volevo dire che certe cose accadono ok, può esser destino o karma o qualsiasi altra cosa, ma poi sta a noi cercare di coltivare l’amore trovato e riscoprirlo ogni giorno. Son contenta che tu hai una persona adatta a te e che vivi l’amore con entusiamo. 😊 Pace e amore a te e a tutta la tua famiglia 🌷🌼🌻🌺🌹🏵

  2. Pingback: Letture per il weekend – VITAINCASA il lato rosa della vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...