Altrove

Sto sempre attenta…

Cerco sempre nel mio piccolo, nelle mie capacità, nella mia attenzione, di percepire, comprendere, analizzare e sentire ogni cosa che penso ne valga la mia riflessione.

Che sia un dialogo, un discorso, una frase, una lettura, se questa cattura il mio interesse interiore, il mio pensare va oltre al momento stesso in cui quella determinata cosa sia stata detta, letta o ascoltata.

Medito, valuto, parlo con me stessa fino al momento in cui ho ben inciso nella mente il mio pensiero.

Ed oggi è stato proprio cosi, una frase ha catturato la mia attenzione, la mia osservazione.

“E’ difficile che qualcuno ti spezzi il cuore,

generalmente sei tu che lo rompi

mentre cerchi di metterlo a forza

in un posto dove sai

che non può stare”

La frase del registra drammaturgo e scrittore Alejandro Jodorowsky ha innescato in me mille riflessioni.

Ho cercato tra i miei mille pensieri quello che potesse contrapporsi, quasi dar torto a questa frase, ma nonostante il mio sforzo, il mio conflitto, alla fine, non ho potuto far altro che fermare la mia ricerca, interrompere la mia contemplazione ed ammettere a me stessa che questa è una delle frasi più vere che abbia mai letto.

Solo dopo aver compreso il vero senso di questa frase e dopo aver confermato a me stessa la sua veridicità, ho iniziato ad immaginare, a tratti ricordare…

Quante volte ci siamo trovati coinvolti in relazioni, amicizie e rapporti dove si sentiva quella sensazione come se camminassimo da soli, come se quel determinato rapporto esistesse solo perchè tu lo facevi esistere, durare e perdurare?

Quante volte abbiamo avuto l’impressione, la sensazione di essere solo noi a regalare la nostra presenza, il nostro esserci aldilà di tutto e tutti ?

E quante altre volte il nostro amore, affetto o quant’altro hanno distolto la nostra attenzione dal vedere quello che il nostro cuore si rifiutava di mostrare alla mente?

Mi sembra come di vedere ognuno di voi leggere e fare un piccolo cenno di affermazione con il capo!

Direi proprio di si, direi con assoluta fermezza e certezza, che almeno una volta nella vita, tutti voi abbiate vissuto questa sensazione.

Il cuore si spezza, le certezze falliscono e quel castello che pensavamo fosse stato costruito con delle buona fondamenta crolla come fosse sabbia.

In verità, e forse questo può far più male della consapevolezza, niente crolla, niente fallisce, perchè tutto ciò che è costruito sul nulla in realtà è sempre stato nulla.

Solo il cuore si spezza, ma esclusivamente a causa nostra, proprio come dice Jodorowsky.

Sono sempre stata convinta che qualsiasi tipo di relazione o rapporto che spazia dall’amore all’amicizia, che qualsiasi tipo di sentimento ci leghi ad una persona debba viaggiare all’unisono, insieme, come fosse la combinazione dei suoni per una melodia.

Solo i sentimenti che camminano simultaneamente possono creare quella perfetta e melodica armonia.

Perseverare, forzare creerebbe solo delle assordanti stonature.

Cerchiamo allora di stare al nostro posto, ma più che al nostro posto, cerchiamo di stare in un posto dove possiamo stare, dove non esiste lo stridore del “crack” di un cuore spezzato, ma un posto dove creare insieme una perfetta sequenza di accordi che armonizzi la nostra melodia.

Kiss Kiss

ridimensionata fashioniamoci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...